Doppiaggio

Lo specchio
Leonid Brežnev
Unione Sovietica
Tarkovskij Andrej
Supportaci con una donazione paypal

Lo specchio

Dramma diretto da Tarkovskij Andrej
1974 - Mosfilm
Зеркало
Dramma
IMDB: 8.1

Un uomo, che si trova in fin di vita, rivive alcuni ricordi della sua esistenza, tra cui l'abbandono del padre, gli orrori della Seconda Guerra Mondiale e la separazione dalla moglie.

Contesto storico e sociale

Naturalmente, per la generazione di Tarkovskij, il film porta un fascino ancora speciale e inesplicabile del riconoscimento, l'identità dei ricordi d'infanzia. Potrebbe essere chiamato "ricordiamo". Casa fatta di legno, odore di resina; pizzo, tende gonfiate dal vento; una lampada di vetro da cherosene; una finestra con una fiamma scarsa e cadente; brocche di vetro con i mazzi di fiori selvatici; e brocca stessa con latte fresco fresco in cantina; e il lino con il vestito cucito della madre, e i capelli, con noncuranza accatastati con un nodo sulla nuca delicata, - l'immagine fragile dell'infanzia pre-guerra.

L'idea originale del film era interamente dedicata alla madre. "Non posso accettare che la madre morirà. Protesterò contro questo e dimostrerò che la madre è immortale. Voglio convincere gli altri della sua vivida personalità e della sua particolare unicità. La premessa interna è di fare un'analisi del personaggio con l'affermazione che la madre è immortale", ha scritto Tarkovskij.

"Nel film "Lo specchio" Tarkovskij non solo parla per mezzo di enigmi, ma confonde intenzionalmente lo spettatore: Margarita Terechova interpreta sia la moglie che la madre del protagonista nei ricordi di quest’ultimo; Ignat Danil’cev interpreta sia il figlio del protagonista che il protagonista stesso nei medesimi ricordi; la nonna, il cui ruolo fu affidato alla madre del regista Marija Ivanovna, per qualche ragione non riconosce il nipote; inoltre, il nipote conversa con inesistenti inquilini all’interno dell’appartamento. La logica di tali incongruenze si manifesta quando capisci che il film replica il lavoro della memoria, con la sua frammentarietà, le sue deformazioni, sostituzioni e lacune. Proprio in virtù del complicatissimo lavoro svolto dal regista nella rappresentazione della realtà psicologica, Lo specchio viene inserito nella lista dei film più significativi della storia mondiale del cinema, e il nome di Tarkovskij si pone a fianco di quello di Fellini, Antonioni e Bergman."

Editoriale tradotto da Lorenzo Penta per Russia in Translation


Lascia la tua recensione

Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal