Doppiaggio

L'isola
Vladimir Putin
Russia
Lungin Pavel
Supportaci con una donazione paypal

L'isola

Dramma diretto da Lungin Pavel
2006 - Pavel Lunghin studio
Остров
Dramma
IMDB: 7.9

Siamo su un’isola nel nord della Russia: in un monastero ortodosso uno dei monaci mette in imbarazzo i confratelli con il suo comportamento stravagante e indisciplinato, nonostante la povera gente si rivolga speranzosa a lui considerandolo alla stregua di un santo. Ma padre Anatolij si comporta così in quanto è scosso da un forte dissidio interiore, segnato com’è dai rimorsi per una colpa tremenda di cui si è macchiato in gioventù.

Curiosità e riconoscimenti

  • Il regista Pavel Lunguin ha invitato per le riprese del suo film l’attore Petr Mamonov (1951-2021), un ex musicista celebre ai tempi del gruppo rock Zvuki Ьu. Molti anni fa questo musicista aveva interpretato il ruolo in un primo film di Lunguin: Taxi blues.

  • Nel film Petr Mamonov ha interpretato uno dei piu' famosi santi della Russia (stareč) Nikolaj Gur'janov (1909-2002), che ha servito nella chiesa di San Nicola sull'isola di Talabsk e ha ricevuto bambini spirituali e solo persone bisognose di aiuto spirituale e parole d'addio.


MaGa68, 03-05-2022

Vedendo questo film ho fatto un incontro inatteso con un’esistenza che corre diritta sui binari di un evento esplosivo, assoluto come lo è il male che oggi si manifesta di nuovo come se non fosse cambiato nulla dal secolo scorso.
Narra della storia di un uomo che, incrociando inaspettatamente la crudeltà, entra a farne parte. Spesso la guerra trova gli umani impreparati ad affrontare con dignità la morte.
Ma ben presto la narrazione degli accadimenti umani cede il passo alla ricerca dell'elevazione metafisica in uno scenario tanto misero da essere una sorta di purificazione "dell'umano" in cerca di Dio, del suo amore e del suo perdono.
Così, un semplice uomo conscio della sua limitatezza, accede alla dimensione del divino e diviene il tramite tra esso e le persone imbrigliate nelle maglie della realtà che vanno da lui in cerca di redenzione.
Il suo senso di colpa verso Dio lo tiene schiacciato umanamente ma lo sbalza nella dimensione altra della spiritualità. Da lì può “vedere” al di fuori del tempo e dello spazio.
L’anima dello spettatore si riconosce in tutti i personaggi e si arrende alla condizione di incarnazione ringraziando Dio che ci dona la possibilità di intravedere la sua Volontà.
Un film da vedere che potrà apprezzare soprattutto chi riesce ad ascoltare l’anima sua che chiede di essere guardata con attenzione.

massimo, 04-04-2022

non sono un uomo dalle molte parole,un film semplicemente stupendo che mi aiuterà nel mio percorso spirituale,
grazie

Rita, 14-02-2022

Intenso e coinvolgente come una tazza fumante di buon tè. Atmosfere rarefatte e irreali che mi hanno fatto rivivere gli stranianti momenti vissuti proprio a Kem', dicembre 2016, dove ho ritrovato quella spiritualità persa nelle brune del profondissimo e maestoso Nord russo. Da vedere, assolutamente.

Lascia la tua recensione

Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal