Sottotitoli

Volga, Volga
Iosif Stalin
Unione Sovietica
Grigorij Aleksandrov
Supportaci con una donazione

Volga, Volga (versione a colori)

Commedia musicale diretta da Grigorij Aleksandrov
1938 - Mosfilm
Волга-Волга
IMDB: 6.7

Byvalov, direttore di un'attività artigianale, sogna un posto a Mosca. Viene incaricato di preparare, con delle compagnie locali, un festival di artisti amatoriali. Nella cittadina ci sono due compagnie amatoriali: il coro delle canzoni popolari, animato dalla contadina Dunja Petrovna detta Strelka, e l'orchestra sinfonica diretta dal contabile Alexa Trubykin. Byvalov si reca a Mosca sulla nave postale 'Sevrjuga' con l´orchestra di Alexa. Saranno raggiunti da Strelka sul battello a vela 'Lesorub'. Il vento fa volare via la partitura della canzone sul Volga composta da Strelka. Una volta ritrovata, la canzone viene diffusa alla radio e Byvalov, al suo arrivo a Mosca, viene acclamato come il compositore della canzone. Ma la giuria non si lascia ingannare e consegna il premio a Dunja Petrovna.

Sottotitoli a cura di younditalia.wordpress.com

Contesto storico e sociale

Il fiume Volga a rappresentare l'ampiezza, la grandezza e la ricchezza Dell'Unione Sovietica, si adattava perfettamente al concetto generale di un film patriottico. In questo si vede la dualità piuttosto ironica della natura di Aleksandrov. Dopo aver lavorato molto fianco a fianco con Eisenstein, anche sul set della famosa trilogia sulla lotta rivoluzionaria ("Sciopero!", "Corazzata" "Potemkin", "Ottobre"), conosceva bene il cinema bolscevico-propagandistico. Ma dopo tre anni di viaggio di lavoro negli Stati Uniti (nei 1929-1932), con lo scopo ufficiale dell'apprendimento della produzione dell'audio film, fedele socialista Aleksandrov sembra che di nascosto "si sia convertito" nella religione di Hollywood.

"Volga-Volga", continuando la tradizione di "Ragazzi allegri", a prima vista trasmette la vita spensierata dell'Unione sovietico, dipingendo la diversità culturale del proletariato dell'Unione. E nonostante che ci siano le tonnellate di bandiere rosse, falci, martelli, stelle e un'altra appartenenza simile nella decorazione, il film trasmette l'atmosfera, piuttosto, di una commedia scintillante di Hollywood, che vere piaghe e paure del Grande terrore rosso di quel periodo.

Curiosità e riconoscimenti

  • Il film preferito di Ioseph Stalin. Stalin costantemente riguardava il film, lo conosceva a memoria e spesso pronunciava le repliche dei personaggi un secondo prima degli attori.

  • Secondo la leggenda, durante un viaggio di lavoro negli Stati Uniti, Aleksandrov (regista) ebbe una relazione fugace con Greta Garbo.

  • Secondo un'altra leggenda Lyubov Orlova - protagonista del film, la super-star nazionale, era l'amante di Stalin.


Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!