Sottotitoli

Una matta, matta, matta corsa in Russia
Leonid Brežnev
Unione Sovietica
Eldar Rjazanov
Supportaci con una donazione paypal

Una matta, matta, matta corsa in Russia

Commedia d'avventura diretta da Francesco Prosperi e Eldar Rjazanov
1974 - Mosfilm e Dino de Laurentiis
Невероятные приключения итальянцев в России
IMDB: 7.7

Ai tempi della Rivoluzione, un'anziana nobile russa, emigrata in Italia, ha nascosto un immenso tesoro a Leningrado. In punto di morte, in un ospedale di Roma, rivela alla sua unica nipote il segreto del tesoro nascosto. Gli infermieri nella sala, insieme a un mafioso, a un dottore dell'ospedale e a un paziente, sentono il testamento dell'anziana morente. Tutti partono separatamente per l'Unione Sovietica, per appropriarsi della fortuna.

Sottotitoli a cura di Yulia Sergeeva e Marco Aloisi

Curiosità e riconoscimenti

  • Il titolo originale in russo literalmente significa: “Le incredibili avventure degli italiani in Russia”.

  • Coproduzione italo-sovietica, nel cast ci sono anche famosi attori italiani, tra cui Tano Cimarosa, Ninetto Davoli, e Alighiero Noschese.

  • Alighiero Noschese, che nel film ha interpretato Antonio, in Italia è diventato famoso per aver parodiato le star ed i politici. Per aiutare ai capi della loggia massonica "P-2", che alla fine degli anni '70 stava preparando un colpo di stato in Italia, Aligiero chiamava personaggi pubblici e parlava con loro con le voci dei politici.

  • La magior parte delle acrobazie gli attori del film eseguivano da soli. Andrej Mironov (capitano di milizia) è stato appeso all'altitudine di 15 piani, è stato aggrappato al bordo del ponte mobile, è stato tirato giù dal sesto piano dell'hotel «Astoria» sul tappeto rosso, e persino è stato buttato nel fiume Neva... Però l'episodio di nuoto dell'attore sotto l'acqua è stato girato nel mar Mediterraneo, a Napoli.

  • La scena con l'atterraggio del Tu-134 è stata girata all'aeroporto di Ulyanovsk, nella scuola per piloti dell'aviazione civile. La pista d'atterraggio è stata "truccata" come un'autostrada. In totale, l'aereo è stato fatto atterrare 6 volte e ogni volta in modo impeccabile. In questa scena tutti gli autisti "sull'autostrada" erano i veri piloti.

  • Uno dei leoni (di nome King), che ha preso parte alle riprese del film, è stato un famoso allievo della famiglia Berberov, che ha addomesticato il re degli animali nel suo appartamento a Baku. Era gia' diventato una star del cinema, quando durante le riprese,

    sul territorio di una scuola di Mosfilm, dove è stato messo l'animale, è entrato un giovane studente, che cercava il suo cane. Il leone ha abbattuto il giovane e l'ha premuto a terra, l'ha morso più volte e l'ha graffiato gravemente, c'è stata una grande perdita di sangue e uno shock di grado 1. Un giovane tenente della milizia che è venuto in soccorso sul luogo dell'incidente, ha dovuto sparare un maestoso animale.

  • La maggior parte delle acrobazie in auto è stata eseguita dallo stuntman italiano, il pilota automobilistico Sergio Mioni. Invece l'episodio di «Moskvich» e «Lada» sotto un getto di acqua e fango, hanno eseguito i corridori sovietici, hanno anche effettuato l'intera parte di guida della ripresa con un camion dei pompieri.

  • Il film doveva essere concluso con la proiezione di un aereo supersonico Tu-144. Un'immagine con il suo decollo doveva essere sullo sfondo dei titoli finali del film. Ma, su insistenza dei leader del partito del URSS, queste immagini sono state sostituite dalle immagini del decollo di Il-62. Un anno prima dell'uscita del film, Tu-144 si è schiantato in un air show a Le Bourget.

Altri film del regista: Una romanza crudeleL'ironia del destino ovvero Benlavato!, Una storia d'ufficio, L'incredibile signor Detočkin, Stazione per due


Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal