Sottotitoli

Mosca cieca
Vladimir Putin
Russia
Balabanov Aleksej
Supportaci con una donazione paypal

Mosca cieca

Commedia nera diretta da Balabanov Aleksej
2005 - STV
Жмурки
Commedia
IMDB: 7.2

Due scagnozzi, abbastanza inesperti ma assai sanguinari, Semjon (Simon) e Serëža, fanno colpi su commissione per un boss della mafia di una città di provincia. Falliscono un incarico dopo l’altro, finendo per scatenare una faida sanguinosa e pulp.

Mosca cieca è un vecchio gioco russo nel quale il conduttore, con gli occhi bendati, deve catturare gli altri giocatori. In questo film, ambientato a metà degli anni '90, le regole del gioco sono molto diverse: si tratta della classica roulette russa, in cui si carica una rivoltella a tamburo di solito con un colpo solo e i “giocatori”, uno dopo l’altro, puntano la rivoltella verso la propria testa e sparano. Vince alla fine quello che rimane in vita, mentre gli altri sono diventati delle “mosche cieche” ovvero dei cadaveri.

Sottotitoli a cura di Anna Dolgova

Redazione di Ugo Malagoli

Contesto storico e sociale

"Mosca cieca” come il luogo di nascita di un nuovo anti eroe: il capitalista senza radici, l’individualista senza codici morali né imperativi etici. L’intento “didascalico” è, in effetti, ironicamente accennato dall’autore nella prima scena del film: una lezione universitaria sull’accumulazione del capitale originario, necessario per qualunque successo nel mondo degli affari. Ma lo svolgimento successivo del tema è quello grottesco del fumetto sanguinolento. Dopo un inizio da antologia (carneficina dentro un obitorio già pieno di cadaveri refrigerati), il racconto procede attraverso dettagli raccapriccianti mostrati con sinistro piacere e gags e personaggi che, per un’ora e mezzo, non consentono di trattenere le risate. Recitano, oltre agli abituali Sukhorukov e Makovezkij, due bravissimi Alexej Panin e Dmitrij Djuzhev nella parte dei protagonisti, più un Nikita Mikhalkov in gran forma nei panni di un boss della mala, burbero ma dal cuore tenero." Massimo Boffa

Curiosità e riconoscimenti

  • La maggior parte degli attori sono stati approvati per i loro ruoli senza fare prove.

  • Fino al 2004, Aleksej Balabanov ha scritto da solo le sceneggiature per tutti i suoi film, ma questo film è stato un'eccezione. La sceneggiatura è stata scritta da sconosciuto all'epoca Stas Mohnačev che l'ha portata direttamente nello studio cinematografico "STV". Il regista ha apprezzato lo scenario e si è impegnato a realizzarlo.

  • Per gli esterni il film è stato girato a Nižnij Novgorod (antica città russa), dove si svolge tutta la trama.

  • Durante le riprese del film sono stati consumati più di venti litri di sangue finto.

  • La musica per il film è stata scritta da uno stretto collaboratore di Aleksej Balabanov, il leader della rock band "Nautilus Pompilius", Vjačeslav Butusov.

  • Già nel titolo, e poi nel film, ci sono giochi di parole: infatti nella lingua russa

жмурки = mosca cieca

жмурик = cadavere

зажмурить глаза = chiudere gli occhi

зажмурить кого-то = ammazzare qualcuno

зажмуриться = chiudere gli occhi, morire


Lascia la tua recensione

Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal