Sottotitoli

L'ironia del destino ovvero Benlavato!
Leonid Brežnev
Unione Sovietica
Eldar Rjazanov
Supportaci con una donazione paypal

L'ironia del destino ovvero Benlavato!

commedia romantica diretta da Eldar Rjazanov
1975 - Mosfilm
Ирония судьбы, или С лёгким паром!
IMDB: 8.1

La storia che succede all'ultimo dell'anno, di un scapolo sovietico di nome Ženja Lukašin che dopo aver ecceduto nel bere prende per sbaglio un volo che da Mosca lo porta a San Pietroburgo. Qui, dopo essersi introdotto in casa di sconosciuti che abitano allo stesso indirizzo della sua abitazione di Mosca, scopre di trovare un vero amore.

Sottotitoli a cura di Anna Dolgova

Traduzione delle canzoni: "Se non avete una zia" di Leonardo Casini ,"Ho chiesto frassino" di Annalisa Di Santo

Contesto storico e sociale

Questa classica commedia romantica, diretta da Eldar Rjazanov (1927-2015), dal 1975 in poi è considerata come il film simbolo del Capodanno russo. Di guardarla ormai è una tradizione come l’insalata Olivier (insalata russa) e il discorso del presidente. E non si stanca mai di rivederla! 

La chiave della trama è la relativa uniformità dell'architettura pubblica durante l'era di Brežnev. Ciò è reso esplicito in un prologo umoristico animato di Vitalij Peskov, in cui gli architetti sono scavalcati dai politici e dai burocrati, facendo sì che l'intero pianeta venga riempito da edifici identici e poco fantasiosi - del tipo che effettivamente si trova nelle periferie di ogni città, in special modo in Unione Sovietica - identici persino nelle chiavi delle porte degli appartamenti.

Curiosità e riconoscimenti

  • Il film che i russi sanno a memoria, ma lo guardano lo stesso ogni anno. È un film immancabile delle festa ed è ritrasmesso in tv russo ogni 31 dicembre.

  • La musica del film di Mikael Tarevirdiev è diventata un classico: “Se non avete una zia (Aria di un ospite moscovita) " testo di Aleksandr Aronov, "Nessuno sarà in casa" testo di Boris Pasternak, "Mi piace" testo di Marina Cvetaeva, "Ho chiesto frassino " testo di Vladimir Kirshon.

  • Per molto tempo, Eldar Rjazanov non riusciva a trovare un'attrice per il ruolo di Nadja. Non vide l'eroina tenera e sorprendente né a Lyudmila Gurchenko, né a Svetlana Nemoliyeva, né a Valentina Talyzina.

    All'improvviso, Rjazanov ha ricordato l'attrice polacca Barbara Brylska del film "Anatomia d'amore". Avendo procurato il suo numero telefonico, il regista ha chiamato a Varsavia. Barbara era libera e ha risposto volentieri all'offerta. L'unico problema era che l'attrice non parlava affatto russo, ma grazie al doppiaggio di un'altra attrice talentuosa, Valentina Talyzina, l'eroina Nadja ha ottenuto un voce magnifico.

Altri film del regista: Una romanza crudeleUna storia d'ufficio, Una matta, matta, matta corsa in Russia, L'incredibile signor Detočkin, Stazione per due


Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal