Sottotitoli

Il fratello - 2
Vladimir Putin
Russia
Balabanov Aleksej
Supportaci con una donazione paypal

Il fratello grande

Dramma d'azione diretto da Balabanov Aleksej
2000 - STV
Брат - 2
Azione
IMDB: 7.8

Film leggendario in Russia - “Fratello 2” (in Italia “Il fratello grande”). Questa volta Danila va in America nella città di Al Capone, Chicago, per vendicare un suo compagno di guerra ed aiutare a suo fratello, giocatore di NHL, liberarsi dalla "protezione" della mafia americana.

Sottotitoli a cura di Tanaka

Contesto storico e sociale

Sia "Brat" (Il fratello, 1997), che "Brat-2" (Il fratello grande, 2000) sono stati grandi successi, raggiungendo lo status di icona in Russia. E' impossibile trovare un russo che non abbia visto questi film almeno una volta. Molte frasi dai dialoghi del film si sono diffuse in citazioni tra la gente.

"Danila Bagrov è un nostro parente. La sua confusione, l’innocenza, la crudeltà sono le nostre. È un uomo fuoriuscito in un momento di grande cambiamento che cessa di sentire la storia. Spara per uccidere, perché non vuole essere colpito nei propri diritti. Ma in cosa consistano i suoi diritti è incerto. Ha bisogno di amici, ma non ne trova. È alla ricerca di parenti, ma non riesce a trovarli. O non trova in essi ciò che cercava.

Una nota struggente trasforma un buon film di genere in un film sensazionale. Il primo “Brat” si differenzia molto dal vivace e patriottico “Brat 2” dove il personaggio è più così confuso e toccante dato che sa esattamente ciò che è vero e in cosa consiste la forza. Danila questo non lo sapeva. Sente in qualche modo che sta per arrivare una nuova era in cui non ci sarà spazio né per l’autore né per l’attore. In fondo Danila Bagrov non aveva fratelli. Era solo."

Editoriale tradotto da Marcello de Giorgi per Russia in Translation

Curiosità e riconoscimenti

  • Il film è stato criticato per essere troppo russo-centrico e per alcuni elementi di razzismo e nazionalismo. Ad esempio, il ritratto semi-criminale della comunità afro-americana oppure  un barattatore russo-ebreo che vende un auto semi-rotto, o la mafia ucraina.

  • Nel 2015 il film è stato ufficialmente vietato in Ucraina per "contenente scene che umiliano gli ucraini come nazione." In particolare, si riferisce spesso alla scena di gabinetto quando Viktor fredda un mafioso ucraino esclamando: "Adesso pagherai per Sebastopoli!", riferendosi al tema sensibile sulla proprietà di quella città. In un'altra scena gli ucraini sono stati chiamati da Viktor "collaborazionisti" (banderovets).

  • Le riprese del film dovevano essere svolte, dopo tragici eventi degli esplosioni di case, al momento Mosca era invasa da pattuglie di polizia. Per una scena di sparatoria servivono le armi e la troupe ha dovuto nascondere nell'auto: mitragliatrice "Schmeiser" e un sacco di altre armi, per usarle nella scena che doveva essere fatta in una volta, così come gli spari. La troupe aveva molto paura di essere scoperta dalla pattuglia - a questo punto si poteva dimenticare delle riprese.

  • Nonostante tutti gli avvertimenti, in «quatiere nero», la troupe è stata accolta molto bene, con gioia i locali hanno partecipato alle comparse. Addirittura tra di loro c'era un fan del primo «Fratello» e di Sergei Bodrov, che ha visto il film al Festival del cinema e poi ha acquistato una videocassetta in inglese. Recitando era così esagerato che durante una scena di rissa di strada in un impulso di recitazione ha rotto due costole a Sergej Bodrov.

  • La trama del popolare gioco americano Grand Theft Auto 4 ha alcune somiglianze con il film.

  • Sergej Bodrov Jr. - protagonista del film è il figlio di un famoso regista russo - Sergej Bodrov che ha fatto "Mongol". Sergej Bodrov Jr. morì il 20 settembre 2002 durante le riprese del suo film da regista "Svjaznoj" si recò nella gola di Karmadon, nell'Ossezia del Nord, la grande valanga provocò la morte di 125 persone della troupe e dell'attore stesso.


Pietro, 08-05-2022

UNA PIETRA MILIARE DI UN EPOCA , PURTROPPO POCO CONOSCIUTA E POCO RAPPRESENTATA , IN OCCIDENTE

Francesco, 15-01-2022

Che bel film di azione! che tragica perdita la sua morte nel 2002.
Un giovane talento che stava crescendo.. Riposi in pace.

Lascia la tua recensione

Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!

Supportaci con una donazione paypal