Sottotitoli

Il bianco sole del deserto
Leonid Brežnev
Unione Sovietica
Vladimir Motyl
Supportaci con una donazione

Il bianco sole del deserto

Commedia d'azione diretta da Vladimir Motyl
1970 - Mosfilm
Белое солнце пустыни
IMDB: 7.9

Un vero harem cadde sulla testa del soldato coraggioso dell'Armata Rossa Fedor Ivanovich Sukhov. Nel film si porre la questione dei diritti delle donne per il contrasto del Sukhov con il suo antagonista, un despota orientale, per il primo le mogli di harem non sono beni mobili, ma "compagne donne" a tutti gli effetti.

Contesto storico e sociale

Questo western sovietico magistralmente realizzato, la cui trama è la lotta per l'istituzione del potere sovietico in Asia centrale, si è rivelato solo uno sfondo. Il film è diventato un cult.

Curiosità e riconoscimenti

In Daghestan, dove è stato girato il film, il gruppo cinematografico è stato derubato. Per evitare che ciò accada di nuovo, Vladimir Motyl ha offerto ad un'autorità criminale locale di nome Ali un piccolo ruolo in cambio della sicurezza dei cineasti e delle loro proprietà. Ali ha accettato e interpretato "Il bandito con la maglietta rossa" in due episodi. È il suo eroe che pronuncia la famosa frase: "La dogana dà il beneplacito".


Anche se facciamo del nostro meglio, non siamo di madrelingua italiana, quindi se vuoi aiutarci a migliorare le traduzione, scrivici!